rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Cronaca

Omicidio durante i festeggiamenti per il Mondiali 2006, arrestati due fratelli

Luigi e Nicola Torino, oggi di 45 e 43 anni, sono stati arrestati per l'omicidio di Michele Coscia. Aveva per errore, sventolando una bandiera dell'Italia, urtato il loro fratello minore

Era il 9 luglio del 2006, e l'Italia si era appena laureata Campione del Mondo di calcio. Durante i festeggiamenti a Napoli, un uomo urtò per sbaglio un ragazzino con una bandiera: sarebbe stato assassinato poco dopo. Oggi, quasi 17 anni dopo, due persone sono state arrestate per il suo omicidio.

Stamane i carabinieri della Compagnia di Napoli Vomero hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, a carico di 2 persone. Si tratta di Luigi e Nicola Torino, oggi di 45 e 43 anni, il secondo già detenuto per altre ragioni. Sono loro a essere ritenuti gravemente indiziati dell’omicidio di Michele Coscia, commesso con l’aggravante del metodo mafioso, il 9 luglio del 2006.

Dalle indagini condotte dai carabinieri e coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, è emerso che Coscia, sventolando una bandiera, avrebbe urtato per errore il fratello allora minorenne di Luigi e Nicola. Questi ultimi, perciò, avrebbero raggiunto e ucciso la vittima in presenza di molte altre persone, due delle quali rimasero accidentalmente ferite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio durante i festeggiamenti per il Mondiali 2006, arrestati due fratelli

NapoliToday è in caricamento