rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Poggioreale / Via della Bussola

Lite per un cappellino, spari verso un ragazzino e innocente ferita: tre arresti e minorenne fermato

L'episodio risale allo scorso 16 febbraio ed è avvenuto in via della Bussola. Stamane gli arresti dei presunti responsabili degli spari

Emergono nuovi dettagli dell'operazione portata a termine stamane dalla polizia, che ha messo in manette tre persone e fermato un minorenne per un tentato omicidio.

La custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Napoli ed eseguita dalla Squadra mobile e dal commissariato di Poggioreale, ha riguardato Gaetano Argentato, classe '71; Alessandro Argentato, classe 2000; e Carmine Argentato, classe '82. Fermo per indiziato di delitto invece per il 17enne M.A. Sono tutti ritenuti responsabili di tentato omicidio aggravato e detenzione e porto di arma da fuoco.

Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile con il coordinamento della Procura della Repubblica di Napoli, hanno permesso di acquisire gravi indizi a carico degli indagati. Questi, il 16 febbraio 2020 in via della Bussola avrebbero esploso numerosi colpi di arma da fuoco in direzione di F. C. (minorenne) e di suo padre C.C.

Una reazione violentissima seguita ad un banale litigio relativo al costo di un cappellino indossato dal minorenne. Un colpo ha peraltro ferito per errore una ragazza di 27 anni, ferita per errore dopo essersi affacciata al balcone per vedere cosa stesse succedendo.

Le prime notizie: l'operazione della polizia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite per un cappellino, spari verso un ragazzino e innocente ferita: tre arresti e minorenne fermato

NapoliToday è in caricamento