rotate-mobile
Cronaca Pianura

Estorsione alle pompe funebri per conto del clan, c'è un quarto arresto

L'uomo aveva intenzione di costituirsi e non ha opposto resistenza all'arresto

Tentata estorsione con l’aggravante di aver agevolato il clan Esposito-Marsicano-Calone. È l'accusa cui il classe '94 C.P. dovrà rispondere, arrestato oggi dai carabinieri di Pianura mentre si trovava nell’azienda di famiglia.

L'uomo aveva intenzione di costituirsi e non ha opposto resistenza all'arresto. Il suo nome era apparso tra i destinatari di un'ordinanza di custodia cautelare eseguita ieri nei confronti di altre tre persone, anche queste appartenenti al sodalizio criminale pianurese.

L'inchiesta

Secondo quanto ricostruito dalle indagini, le persone indagate, agli inizi del mese di ottobre, si sarebbero presentate ripetutamente presso l’abitazione di un 48enne, imprenditore nel settore funerario di Pianura e, minacciandolo di morte con un’arma da fuoco, avrebbero preteso da lui il pagamento immediato di 2mila euro ed il successivo versamento della tassa mensile di 3mila.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione alle pompe funebri per conto del clan, c'è un quarto arresto

NapoliToday è in caricamento