Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Secondigliano

Droga da Napoli al Molise: sei arresti tra italiani e nigeriani

Due anni di indagini. La cocaina arrivava in provincia di Campobasso da Secondigliano

Un'importante operazione antidroga (chiamata "White Cat") ha portato all'alba di oggi a sei arresti, di cui cinque in carcere e uno ai domiciliari, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti o psicotrope. In manette sono finiti quattro italiani e due nigeriani.

I carabinieri sono entrati in azione a Napoli e a Bojano, in provincia di Campobasso. All'operazione di stamattina hanno partecipato numerosi militari dei Comandi Provinciali di Campobasso e Napoli, impegnati in 9 perquisizioni locali e personali, coadiuvati da un'unità cinofila della Legione Carabinieri Abruzzo.

Le indagini hanno permesso di scoprire una sistematica attività di spaccio di stupefacenti (maggiormente cocaina e, in quantitativi minori, hashish e marijuana) attuata a Bojano e in alcune aree del circondario. La droga era sempre proveniente dal quartiere di Secondigliano a Napoli.

"L'attività investigativa protrattasi per diversi mesi, dalla fine dell'estate del 2022 e in modo progressivo - ha spiegato il procuratore Nicola D'Angelo - ha consentito di indirizzare le indagini nei confronti di alcuni soggetti particolarmente attivi nella compravendita di sostanze stupefacenti residenti nel centro Matesino, alcuni dei quali di nazionalità nigeriana, e di individuarne altri di origine napoletana in grado di tessere rapporti illeciti con alcuni personaggi nelle piazze di spaccio di Bojano e di accreditarsi come loro fornitori capaci di garantire continuità degli approvvigionamenti, prevalentemente del tipo cocaina".

Nel corso dell'indagine sono stati ricostruiti circa 3mila episodi di cessione di stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga da Napoli al Molise: sei arresti tra italiani e nigeriani
NapoliToday è in caricamento