rotate-mobile
Cronaca Pimonte

Monti Lattari e Monte Faito, controlli a tappeto anti droga: due arresti

In manette un incensurato di Pimonte e una persona di Lettere già nota alle forze dell'ordine. Il primo coltivava 272 piante di marijuana nel suo terreno, il secondo aveva a casa droga e materiale per il suo confezionamento

Nuova azione di contrasto all’attività di produzione e spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei carabinieri. Nel Parco regionale dei Monti Lattari il Comando Provinciale di Napoli ha infatti disposto in questo periodo estivo servizi mirati di perlustrazione col contributo della compagnia di Castellammare di Stabia e dello squadrone eliportato cacciatori calabria e puglia.

Durante le operazioni i carabinieri hanno arrestato a Pimonte un 57enne incensurato del posto. Perquisito il terreno dell’uomo, sono state rinvenute e sequestrate 229 piante di cannabis indica alte circa 2 metri e mezzo. Sequestrate anche altre 43 piante della stessa tipologia nascoste in un container interrato. Il nascondiglio era stato adibito a serra con corrente elettrica, impianto di areazione ed acqua, tutto creato abusivamente.

I carabinieri hanno anche constatato che il furto di corrente elettrica ammonta ad un valore di quasi 84mila euro. Il terreno e il container sono stati sequestrati. Le piante campionate e poi distrutte.

A Lettere, invece, è stato arrestato per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente un 58enne del posto già noto alle forze dell'ordine. I carabinieri hanno perquisito la sua abitazione e i terreni limitrofi. Rinvenuti e sequestrati quasi 2 grammi di cocaina e 86 grammi di marijuana oltre a 4 bilancini di precisione e vario materiale per il confezionamento della droga.

Gli arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari in attesa di giudizio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monti Lattari e Monte Faito, controlli a tappeto anti droga: due arresti

NapoliToday è in caricamento