rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Cronaca Volla

Estorsioni e usura, stangata al clan Veneruso-Rea

Eseguite numerose ordinanze di custodia cautelare nella zona di Volla e Casalnuovo: arrestato il capo clan Francesco Rea. I provvedimenti sono stati emessi anche a carico di esponenti del clan Veneruso-Rea impegnati prevalentemente in estorsioni

Più di 200 agenti della Dia sono impegnati da stamattina nell'operazione "Venere Rossa" condotta contro alcuni affiliati del clan Veneruso-Rea.

Carabinieri e agenti della direzione investigativa antimafia stanno eseguendo numerose ordinanze di custodia cautelare nella zona di Volla e Casalnuovo. I provvedimenti della magistratura sono stati emessi a carico di esponenti del clan della zona dedito alle estorsioni e all'usura in danno di imprenditori ed operatori commerciali della zona. Arrestato anche il capo clan Francesco Rea.

Gli affiliati colpiti dai provvedimenti erano impegnati in affari che riguardavano prevalentemente estorsioni, usura e spaccio di stupefacenti, ammontavano a oltre 200.000 euro mensili. Nel corso delle perquisizioni sono stati sequestrati tre Rolex d'oro, un'auto blindata in uso al capo clan e diverse decine di migliaia di euro, frutto delle estorsioni e dell'usura.

Sempre nell'ambito dell'operazione 'Venere Rossa' sono state eseguite perquisizioni anche nel Nord Italia ed in particolare nella provincia di Cesena dove risiedono alcuni degli indagati. Sono stati notificati, inoltre, numerosi avvisi di garanzia a carico di altri affiliati e fiancheggiatori non colpiti dalla misura cautelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsioni e usura, stangata al clan Veneruso-Rea

NapoliToday è in caricamento