Clan Troncone, due arresti dopo la denuncia di un imprenditore

In manette presunti appartenenti alla famiglia camorristica di Fuorigrotta. L'accusa è tentata estorsione con metodo mafioso

Nelle prime ore di stamattina, i carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due persone, ritenute appartenenti al clan camorristico Troncone. Si tratta di Vitale e Luisa Troncone, du 52 e 41 anni: l'ipotesi di reato per loro è tentata estorsione, aggravata dal metodo mafioso.

Ad emettere il provvedimento è stato il Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea, mentre ad eseguirlo sono stati i carabinieri del nucleo investigativo di Napoli e della compagnia di Napoli–Bagnoli. Le indagini che riguardano i due arrestati sono state coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli - Direzione distrettuale antimafia.

Secondo gli inquirenti sono stati raccolti a carico di Vitale e Luisa Troncone "indizi di colpevolezza" questo "in relazione ad una richiesta di natura estorsiva fatta con modalità mafiose, agli inizi del mese di giugno c.a., nei confronti di un imprenditore che, tra gli anni 2016 e 2017, aveva ricevuto un prestito da una terza persona". Le attività investigative sono partite proprio dalla denuncia dell'imprenditore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli inquirenti hanno ricostruito che con il fallimento delle attività imprenditoriali del denunciante, chi gli aveva garantito il finanziamento delle somme richieste per proseguire aveva reclamato la restituzione di quanto prestato. Dopo il no della vittima, sarebbero intervenuti gli indagati che, "con reiterate minacce e facendo sempre leva sull’appartenenza al sodalizio camorristico operante nell’area di Fuorigrotta", avevano preteso la restituzione delle somme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doccia fredda Tocilizumab, Ascierto: "Nessun risultato statisticamente significativo"

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • Fabio Fulco convola a nozze: l’attore di Un Posto al Sole sposerà Veronica

  • Mascherine all'aperto obbligatorie nel napoletano: scatta l'ordinanza

  • Il Coronavirus torna a far paura, due morti: il più giovane aveva 45 anni

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento