Colpo al clan Contini, tre arresti per detenzione di armi usate contro i Mazzarella

Eseguita un'ordinanza di custodia cautelare ai danni di Ciro Contini (30), Stefano Mattarello (24) e Giuseppe Sarnataro (33)

Stamane la squadra mobile di Napoli ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare ai danni di Ciro Contini (30), Stefano Mattarello (24) e Giuseppe Sarnataro (33), in seguito ad indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea. Il primo era già in carcere per altri reati, il secondo invece nell'ambito della stessa inchiesta.

La vicenda al centro dell'inchiesta è il ritrovamento di alcune armi che vennero impiegate dal clan Contini in un raid contro l'avversa fazione camorristica dei Mazzarella, caso che ha già portato in carcere Vincenzo De Vivo e Michele Di Mauro.

L'azione criminale portò i malviventi a rifugiarsi – secondo la ricostruzione degli inquirenti – nel garage di Mattarello, mentre Contini si sarebbe dato alla fuga. Il locale è stato perquisito: all'interno le forze dell'ordine sono riuscite a trovare due ordigni esplosivi.

Ciro Contini è attualmente detenuto per la detenzione di ulteriori armi, nonché in quanto destinatario di ordinanza di custodia cautelare nell’ambito di una più grossa operazione avente ad oggetto il clan Sibillo, di cui aveva fatto parte prima di tornare alla fazione di origine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

Torna su
NapoliToday è in caricamento