menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cinema

Cinema

Cinema a luci rosse e "casa di appuntamenti": nuovi arresti

Ai domiciliari la moglie del gestore di una nota sala cinematografica. In primavera, altre due persone erano finite in manette. A prostituirsi transessuali, uomini e minorenni

Un cinema a luci rosse trasformato in una "casa di appuntamenti". Ai domiciliari la moglie del gestore di una nota sala cinematografica nei pressi di piazza Garibaldi, vicino la stazione Centrale.

Dopo i due arresti eseguiti in primavera su richiesta della procura partenopea, dagli agenti della polizia municipale, c'è stato un ennesimo provvedimento cautelare questa volta a carico della donna. La misura restrittiva è scaturita dalla stessa indagine che ha consentito di accertare un'attività di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione all'interno della sala cinematografica.

All'interno del cinema, sequestrato contestualmente ai primi arresti, da anni si svolgeva quotidianamente, sotto la conduzione, il favore e la "protezione" degli indagati, attività di prostituzione di transessuali, di uomini e di ragazzi minorenni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter finisce contro un muro: morto un uomo

  • Cronaca

    Cade elicottero: morta una donna, ferito il pilota

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento