Commercianti di Ercolano in festa per gli arresti nel clan

Numerose le telefonate di ringraziamento che stanno arrivando ai carabinieri che la scorsa notte hanno arrestato 21 presunti affiliati al clan Ascione-Papale

I commercianti di Ercolano festeggiano gli arresti degli affiliati del clan Ascione-Papale che da anni li obbligavano a pagare il racket.

"Grazie per il lavoro svolto e per la vostra vicinanza. Ora non bisogna abbassare la guardia". E' una delle frasi pronunciate dai commercianti vessati dal racket a Ercolano. In questi minuti sono numerose le telefonate di ringraziamento che stanno arrivando ai carabinieri che la scorsa notte hanno arrestato 21 persone destinatari di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli per associazione per delinquere di tipo mafioso ed estorsioni aggravate.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doccia fredda Tocilizumab, Ascierto: "Nessun risultato statisticamente significativo"

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • Mascherine all'aperto obbligatorie nel napoletano: scatta l'ordinanza

  • Fabio Fulco convola a nozze: l’attore di Un Posto al Sole sposerà Veronica

  • Il Coronavirus torna a far paura, due morti: il più giovane aveva 45 anni

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento