Incubo sul sito di incontri: “Facciamo sesso o pubblico tutto di te”

La vicenda ha portato all'arresto di un 43enne di Marigliano, accusato di numerosi reati tra cui violenza sessuale e comunicazione illecita di dati riservati

Quarantatré anni, di Marigliano, avrebbe minacciato un uomo di violenze (anche sessuali) e diffamazione nell'arco di tutto il 2016. Accusato di atti persecutori e violenza sessuale, diffamazione aggravata, minaccia aggravata, molestie e comunicazione illecita di dati personali riservati e sensibili, è stato messo in manette stamattina.

L'uomo, dopo aver intrattenuto con l’inganno una relazione virtuale su un sito online di incontri e scambi di coppia, si era procurato numerosi dati sensibili della sua vittima: domicilio, luoghi frequentati, numeri di telefono di amici e familiari. Ne aveva diffuso video e foto hard tramite WhatsApp, arrivando a contattare persino il figlio di 14 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un insieme di notizie che avrebbe diffuso o utilizzato per diffamare la vittima, di fatto costringendolo ad avere con lui rapporti sessuali poi filmati. A quel punto però la vittima ha deciso di denunciare tutto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

Torna su
NapoliToday è in caricamento