"Sua figlia è in grave pericolo, servono subito 15mila euro": arrestato dopo truffa ad un'anziana

In manette, per l'episodio avvenuto lo scorso settembre a Sorrento, un napoletano di 32 anni

Un 32enne napoletano, ritenuto gravemente indiziato di truffa ai danni di una persona anziana, è stato ieri sera arrestato dai carabinieri. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Torre Annunziata, è stata eseguita dai carabinieri di Sorrento, ovvero la città in cui la truffa sarebbe stata portata a compimento lo scorso settembre.

Le indagini hanno avuto origine dalla denuncia sporta da una donna 65enne di Sorrento, la quale, nella tarda mattinata del 2 settembre, aveva ricevuto diverse telefonate in cui veniva simulata una situazione di pericolo per sua figlia. Per aiutarla, doveva pagare 15mila euro in contanti. La vittima aveva quindi consegnato il denaro richiesto e altri oggetti preziosi a quello che secondo gli inquirenti è il 32enne arrestato.

L'uomo, ritenuto uno degli autori della truffa - è caccia ai complici - è stato condotto in carcere, a Poggioreale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

Torna su
NapoliToday è in caricamento