rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Torre annunziata

Tangenti per l'adeguamento delle scuole all'emergenza Covid: arrestato funzionario comunale

A Torre Annunziata, avrebbe intascato una "mazzetta" da 10mila euro. L'arresto, avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri, sarebbe collegato ad un'inchiesta più ampia su un giro di corruzione

Un dipendente del Comune di Torre Annunziata, un dirigente di 63 anni, è stato arrestato perché secondo la guardia di finanza avrebbe incassato una tangente.

Il funzionario, dopo essersi incontrato con una persona - sulla identità della quale al momento non emergono dagli inquirenti particolari - avrebbe ricevuto una "mazzetta" di 10mila euro, ritrovata in auto dalle fiamme gialle.

L'arresto è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri. Sarebbe collegato ad un'inchiesta più ampia su un giro di corruzione. Si ipotizza infatti un meccanismo di dazioni di denaro in favore di quel dirigente da parte di un imprenditore edile partenopeo per l’assegnazione di lavori pubblici. I lavori in questione erano relativi all’adeguamento infrastrutturale di alcuni istituti scolastici, per far fronte alla congiuntura emergenziale determinata dal Covid-19, in vista della ripresa delle attività didattiche in presenza il 7 gennaio prossimo. Proprio per tale ragione, gli stessi lavori sono stati affidati con procedura di somma urgenza per un importo-base di 200.000 euro, definita con un contratto firmato ieri 28 dicembre 2020, lo stesso giorno in cui il dirigente è stato fermato.

Il funzionario comunale è stato condotto in carcere, a Poggioreale, in attesa della convalida dell'arresto. L’operazione segue di poche settimane l’arresto di un altro dipendente “infedele” dell’Ufficio Tecnico del Comune di Castellammare di Stabia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti per l'adeguamento delle scuole all'emergenza Covid: arrestato funzionario comunale

NapoliToday è in caricamento