Scarica rifiuti dall'auto per bruciarli: bloccato e messo in manette

Si tratta di un 49enne, già noto alle forze dell'ordine, che è stato bloccato a Poggiomarino. Si indaga per scoprire la provenienza degli scarti tessili che stava per dare alle fiamme

Carabinieri

A Poggiomarino i carabinieri hanno arrestato per abbandono e incendio di rifiuti un 49enne di Sarno già noto alle forze dell'ordine: l’uomo è stato sorpreso e bloccato su via Longola mentre scaricava dalla sua auto dei sacchi di scarti tessili per poi cospargerli di benzina al fine di dargli fuoco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Auto, rifiuti e una bottiglia con della benzina sono stati sequestrati dai militari, mentre sono in corso indagini per accertare la provenienza dei rifiuti che si presume appartengano a qualche opificio abusivo della zona. L’arrestato è in attesa di processo per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv? Arriva il chiarimento

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • I 5 migliori ristoranti di pesce di Pozzuoli

  • Uomo investito mentre attraversa sulle strisce pedonali: la scena ripresa dalle telecamere (VIDEO)

  • Grave incidente stradale in vacanza, muore Lello Iodice: lascia la moglie e tre figli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento