menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Rapine a mano armata, preso il "terrore" di Torre Annunziata

Secondo gli inquirenti il 34enne finito in manette sarebbe l'autore di diversi colpi

Un 34enne, residente a Torre Annunziata, è stato messo in manette con l'accusa di rapina aggravata. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal Gip del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della locale Procura della Repubblica, ed eseguita dalla polizia di Torre del Greco.

Secondo gli inquirenti sarebbe l'autore della rapina ai danni di un distributore di carburanti avvenuto lo scorso 12 agosto in via Prota. Ad un dipendente, nell'occasione, fu sottratta la somma di 500 euro dietro minaccia con una pistola.

Le indagini, attraverso i fotogrammi estrapolati sia dal sistema di videosorveglianza cittadino che dalle telecamere del distributore, hanno permesso di acquisire elementi ritenuti "gravemente indiziari" a carico del 34enne. Poi nel corso di perquisizioni a casa sua è stata ritrovata la pistola a salve ritenuta quella usata per commettere la rapina nonché il marsupio, la mascherina e il cappellino indossati secondo gli inquirenti dal rapinatore.

A quanto pare il 34enne si sarebbe reso protagonista dopo il colpo al distributore anche di un'altra rapina, questa ai danni del titolare di un negozio di articoli cinesi in via Roma di Torre Annunziata. Nella circostanza, sempre sotto la minaccia di una pistola, la vittima era stata costretta a consegnare 120 euro.

Le persona arrestata, dopo le formalità di rito, è stata condotta in carcere a Poggioreale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione martedì 19 gennaio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento