Cronaca Mercato / Piazza Giuseppe Garibaldi

Piazza Garibaldi, le urla di una donna richiamano gli agenti: scatta l'inseguimento

Un 22enne egiziano è stato fermato per rapina e altri reati. Raggiunto ha dato in escandescenze e ha attaccato i poliziotti

Stanotte gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in piazza Garibaldi hanno udito le grida di una donna che ha indicato un uomo armato di coltello il quale, alla loro vista, si è dato alla fuga.

I poliziotti lo hanno raggiunto e l'uomo ha iniziato a dare in escandescenze colpendo gli operatori e la volante con calci e pugni fino a quando, dopo una colluttazione, è stato bloccato. Era in possesso di un coltello con la lama della lunghezza di 7 cm e di un cellulare di cui non ha saputo giustificare la provenienza.

Gli operatori hanno rintracciato il proprietario del telefono il quale ha raccontato che, poco prima, mentre era in sosta in corso Umberto a bordo della sua auto, era stato avvicinato dal malvivente che, minacciandolo con un coltello, gli aveva sottratto il cellulare e si era dato alla fuga.

M.N., 22enne egiziano irregolare sul territorio nazionale e già sottoposto all’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria per reati contro il patrimonio, è stato arrestato per rapina impropria, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento ai beni della Pubblica Amministrazione e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Il telefono è stato restituito al legittimo proprietario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Garibaldi, le urla di una donna richiamano gli agenti: scatta l'inseguimento

NapoliToday è in caricamento