rotate-mobile
Cronaca

Poliziotto spara contro un 19enne: aveva pestato suo figlio

L'episodio, avvenuto a Santa Maria a Vico, ha visto protagonista un agente che lavora in provincia di Napoli. Adesso il 49enne si trova agli arresti domiciliari con l'accusa di lesioni aggravate

L'episodio è avvenuto nella notte tra sabato e domenica a Santa Maria a Vico, nel Casertano. Un poliziotto di servizio in provincia di Napoli ha sparato contro un 19enne, ferendolo. Il motivo è che il ferito avrebbe avuto, poco prima, una lite con il figlio dell'agente.

Il pubblico ufficiale è accusato di lesioni aggravate. Secondo quanto accertato dai carabinieri, non avrebbe usato la propria pistola d'ordinanza, ma un'arma clandestina: avrebbe fatto fuoco due volte colpendo ad una gamba il 19enne.

Il ferito è stato condotto in ospedale, e quindi dimesso con una prognosi di dieci giorni.

Il poliziotto accusato di aver sparato è stato fermato alcune ore dopo dai carabinieri, e si trova ora agli arresti domiciliari.
Sono in corso indagini per ricostruire l'esatta dinamica dei fatti.

Il commento

Sulla vicenda si è espresso il deputato di Alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli. "Quanto è accaduto nella tarda serata di sabato nel casertano è inammissibile - sono state le sue parole - Una scena da Far West. Ennesimo episodio di violenza dilagante. Da un lato una gang che pesta un ragazzo, dall’altro una reazione assurda e spropositata. La giustizia privata sta diventando la soluzione alla criminalità. Occorre porre un freno a questa terribile anarchia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poliziotto spara contro un 19enne: aveva pestato suo figlio

NapoliToday è in caricamento