Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Maradona gli salvò la vita: arrestato per droga, gli revocano il reddito di cittadinanza

In manette Luca Quarto, 38 anni. È per lui che venne giocata, nel 1985 la famosa partita nel fango ad Acerra

Il match di calcio che gli salvò la vita, un'amichevole di beneficenza giocata ad Acerra, è storia: si tratta di quella partita tra pioggia e fango che vide Diego Armando Maradona protagonista, da pochissimo approdato al Napoli. Oggi il ragazzino per cui si giocò così da permettergli una delicata operazione, Luca Quarto, ha 38 anni. Ed è balzato alle cronache per un episodio molto diverso: è stato arrestato dai carabinieri per spaccio.

Quarto, secondo i militari, vendeva droga tra Bellaria Igea Marina e a Rimini. Come riportato dalla stampa locale, il 38enne nella tarda serata dello scorso venerdì è stato sorpreso mentre cedeva in strada una dose di cocaina ad un imprenditore della zona. L'acquirente è stato identificato e segnalato alla prefettura come assuntore, mentre Quarto è stato arrestato. In casa nascondeva altri 50 grammi di cocaina, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento dello stupefacente e 5mila euro in contanti.

Il giudice lo ha messo agli arresti domiciliari e gli ha revocato il reddito di cittadinanza.

“Maradona è come un padre per me”, disse qualche anno fa. Lo incontrò anche in tv, a 'C'è posta per te', per ringraziarlo di persona. Aveva poco più di un anno quando i genitori lo portarono in Svizzera ad operarsi, proprio con i proventi di quella memorabile partita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maradona gli salvò la vita: arrestato per droga, gli revocano il reddito di cittadinanza
NapoliToday è in caricamento