menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spagna, arrestato latitante napoletano: faceva il cameriere sotto falso nome

Pasquale Brunese era ricercato in ambito internazionale da più di 7 anni per droga. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli l'hanno catturato in collaborazione con le autorità locali a Valencia

Era latitante e ricercato in ambito internazionale da più di 7 anni, ma i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli l’hanno individuato e catturato in collaborazione con le autorità locali a Valencia, la terza città spagnola. Lo hanno trovato in un ristorante a pochi metri dal mare, dove da tempo lavorava sotto falso nome. Con lui, a Valencia, aveva trasferito tutta la famiglia.

Si tratta del latitante Pasquale Brunese, 44 anni, originario di San Giorgio a Cremano, ritenuto contiguo al clan camorristico dei "De Luca-Bossa", operante per il controllo degli affari illeciti nell’area orientale di Napoli e nell’immediato hinterland del capoluogo campano.

Brunese era ricercato dal settembre 2008 e sfuggiva all’esecuzione di un ordine di carcerazione della Procura Generale di Milano, perché condannato a 9 anni e 9 mesi di reclusione per traffico di stupefacenti, falso e ricettazione. Adesso è in carcere in Spagna, in attesa di estradizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento