Alta colonna di fumo nero e odore intenso: i carabinieri scoprono un 71enne e lo arrestano

Stava incendiando rifiuti in un suo appezzamento di terreno, a Giugliano

Immagine d'archivio

A Giugliano un 71enne è stato arrestato dai carabinieri per aver incendiato rifiuti di ogni genere nel suo terreno. L'uomo, incensurato, dovrà rispondere di combustione illecita di rifiuti.

Allertati da un odore acre e da un’alta colonna di fumo, i militari hanno raggiunto un appezzamento di terreno la cui proprietà è risultata essere del 71enne.

L’uomo è stato così sorpreso mentre incendiava sterpaglie miste a rifiuti di varia natura, tra cui cassette, bottiglie e sacchetti di plastica, nonché parti di mobilio e lattine di alluminio.

Spento il rogo con mezzi di fortuna, i militari hanno arrestato il 71enne e lo hanno sottoposto ai domiciliari in attesa di processo per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Tweet su Coronavirus e colera, Borrelli e Simioli: "Abbiamo deciso di denunciare Feltri"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

Torna su
NapoliToday è in caricamento