Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Arrestato Ciro Di Maio: in casa aveva un litro di droga dello stupro

Il conduttore napoletano è accusato di detenzione di droga ai fini di spaccio

Il noto conduttore napoletano Ciro Di Maio è stato arrestato dalla polizia di Stato a Milano. Il 46enne, legato al mondo dello spettacolo in quanto attore e conduttore televisivo, è finito in manette per l'acquisto e la detenzione ai fini di spaccio di droga.

I poliziotti della Squadra Mobile milanese, guidati da Marco Calì, nell'ambito delle investigazioni connesse alla diffusione dello smercio di sostanze stupefacenti in occasione di rave party, feste illegali, private e non, hanno individuato una spedizione di droga sintetica che, in arrivo dall'Olanda, sarebbe stata consegnata martedì mattina in zona Loreto a un soggetto indicato con lo pseudonimo Mia Maio.

Le indagini

Grazie alla collaborazione della Sezione di polizia giudiziaria della Polaria di Fiumicino competente nel contrasto all'acquisto dall'estero di droga da utilizzare nei rave party, gli accertamenti svolti dai poliziotti milanesi hanno permesso di individuare Di Maio come probabile soggetto destinatario della droga. L'uomo, inoltre, recentemente era stato arrestato in flagranza di reato perché aveva acquistato dalla Cina circa 4 litri di sostanza stupefacente, nota con l'acronimo Gbl, precursore della famigerata droga dello stupro Ghb.

Martedì mattina gli agenti della Squadra Mobile hanno seguito l'arrivo di un corriere espresso presso l'abitazione del conduttore che, una volta ritirato il plico, è stato colto in flagranza di reato. Dopo un'iniziale reticenza, il 46enne ha confermato ai poliziotti di essere il destinatario del pacco contenente della droga, indicata come Gbl, e di esserne dipendente da diverso tempo.

Nel corso della successiva attività, sono stati sequestrati dalla polizia di Stato un contenitore con circa 1 litro di sostanza liquida classificata come Gbl e un flaconcino da 0,5 ML con dosatore trovato all'interno della sua abitazione. La sostanza sequestrata, quantitativo con il quale si possono smerciare al dettaglio circa 1.400 dosi, è risultata essere di ottima qualità, con una percentuale di oltre il 70% di principio attivo.

Chi è Ciro Di Maio, l'attore arrestato

Ciro Di Maio - come si presenta nel suo sito, nasce a Napoli il 2 Maggio del 1975. È conduttore, autore e regista. Dal 2009 è il volto del canale Marcopolo per il quale cura e conduce il programma televisivo di successo Diario Di Viaggio girato in 30 paesi diversi in 5 continenti. Un’altra sua grande passione è da anni la fotografia: è fotoreporter e scrive recensioni di viaggio per  il travel magazine Diari Di Viaggio di Marcopolo.

Firma inoltre campagne pubblicitarie e guide turistiche e ha all’attivo una mostra fotografica di scatti dedicati alla natura incontaminata dal titolo Gaia – la natura diventa arte, tuttora itinerante in Italia. Inviato per vari programmi di Raiuno e Sky, ha realizzato e condotto per i canali tematici del gruppo LT diversi prodotti televisivi: dai reportage e programmi rotocalchi in studio di cucina, moda, design, arte e fotografia.

Nel suo background anche partecipazioni come attore in fiction e film tv come Le tre rose di Eva 3,  Un Medico In Famiglia 9, Un posto al sole, Padri e figli. A teatro è stato nel cast del musical Grease della Compagnia della Rancia e protagonista del musical Naked Boys Singing per la regia di Roberto Croce. Molti ancora ricordano Ciro Di Maio al suo debutto con Raffaella Carrà nel 1988 in Carramba che fortuna!

La replica dell'attore: "Non sono uno spacciatore"

"Non sono uno spacciatore, la sostanza non era destinata a feste o altro, era per me". Così si è difeso Ciro Di Maio davanti al gip Sara Cipolla. Ne sono dipendente da molti anni ormai e sto cercando di seguire un programma terapeutico che prevede di “scalare” riducendo mano a mano il consumo", ha spiegato, in sintesi, al gip Di Maio.

Leggi la notizia su Milanotoday.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato Ciro Di Maio: in casa aveva un litro di droga dello stupro

NapoliToday è in caricamento