Pistole cariche nella bara da esposizione: arrestato il titolare di un'agenzia funebre

Ad effettuare la scoperta, in seguito a perquisizione, sono stati gli agenti della squadra mobile di Acerra. Denunciato anche il co-titolare, un cugino dell'uomo finito in manette

Immagine d'archivio

Le pistole erano nascoste in una scatola per cialde di caffè a sua volta occultata all'interno di una bara da esposizione. Cinque armi, con caricatori, alcuni riforniti di proiettili: è quanto ha scoperto la squadra mobile di Acerra in un blitz effettuato presso il titolare di un'impresa di pompe funebri.

Gli agenti di polizia avevano prima perquisito il domicilio dell'uomo, un 49enne, poi si sono spostati alla sua azienda. Il titolare dell'impresa funebre non è riuscito a spiegare la provenienza della pistole, che sono state tutte sequestrate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 49enne è stato arrestato e condotto in carcere a Poggioreale. Denunciato contestualmente anche suo cugino di 47 anni, anch'egli titolare dell'azienda: durante una perquisizione a casa sua è stato ritrovato un caricatore con all’interno tre cartucce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Frecce tricolori a Napoli: le immagini spettacolari

Torna su
NapoliToday è in caricamento