Cronaca

"Sono la direttrice delle poste, ci deve 6mila euro": scatta al truffa ad un'anziana

A Sorrento arrestata coppia di napoletani, lui 21enne, lei 29enne, entrambi ritenuti responsabili di truffa commessa ai danni di una signora 91enne

I Carabinieri della Compagnia di Sorrento hanno arrestato ieri in Penisola Sorrentina una coppia di napoletani, lui 21enne, lei 29enne, entrambi ritenuti responsabili di truffa commessa ai danni di una signora 91enne.

Dalla ricostruzione fatta dai militari, la 29enne, dopo una serie di telefonate, si è presentata all’anziana signora sorrentina dicendo di essere la direttrice dell’Ufficio Postale e di aver riscontrato anomalie sul libretto di risparmio della figlia della vittima, e che, se non avesse pagato subito 6000 euro, avrebbe potuto perdere tutti i risparmi.

La malcapitata, cascando in pieno nel raggiro, ha consegnato alla truffatrice i soldi che aveva in casa, circa duemila euro in contanti, aggiungendo come pegno anche tutti gioielli posseduti e addirittura la fede nuziale portata al dito.

Intanto, i carabinieri della Compagnia di Sorrento, avendo ricevuto informazioni circa la presenza di truffatori in zona, hanno organizzato un dispositivo di ricerca riuscendo a bloccare i due a bordo di un motociclo lungo il percorso d’uscita dalla Costiera. Addosso ai fermati i militari hanno recuperato il denaro contante e i gioielli, compresa la vera nuziale.

Dopo le formalità di rito, i due arrestati sono stati trattenuti e verranno processati oggi con rito direttissimo. La signora 91enne, accompagnata in caserma per formalizzare la denuncia, è scoppiata in lacrime quando si è vista riconsegnare tutto, rivolgendosi ai militari ripetendo: “Grazie, siete angeli custodi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono la direttrice delle poste, ci deve 6mila euro": scatta al truffa ad un'anziana

NapoliToday è in caricamento