rotate-mobile
Cronaca Pozzuoli

Minacce e aggressioni al titolare di un parcheggio, in carcere i posteggiatori del clan

Sono finiti in manette tre presunti appartenenti al clan Longobardi-Beneduce di Pozzuoli

I carabinieri di Pozzuoli hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di tre persone. Sono ritenute gravemente indiziate, a vario titolo, di estorsione e tentata estorsione, con le aggravanti del metodo mafioso e dalla finalità di agevolare il clan camorristico dei Longobardi-Beneduce.

Gli indagati avrebbero, in più occasioni, con minacce ed aggressioni fisiche, intimato al titolare di un parcheggio privato di Pozzuoli di consegnare loro il suo incasso. L'avrebbero anche ostacolato nel suo lavoro, allo scopo di avvantaggiare la loro parallela attività di parcheggiatori abusivi.

Il provvedimento eseguito oggi è stato emesso dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce e aggressioni al titolare di un parcheggio, in carcere i posteggiatori del clan

NapoliToday è in caricamento