Controlli Polfer, due persone in manette

Si tratta di un affiliato alla camorra che non aveva rispettato l'obbligo di dimora e di un uomo il quale, dimenticatosi di scendere alla sua fermata, voleva farlo a treno ripartito tirando il freno d'emergenza

Nel corso dei controlli effettuati nell'ultimo fine settimana dalla polizia ferroviaria, a Napoli sono state arrestate due persone, un 50enne ed un 42enne.

Il 50enne finito in manette, un pluripregiudicato, si era allontanato senza autorizzazione dalla propria abitazione dove si trovava sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di dimora. Si tratta di un affiliato ad un clan camorristico dedito alle estorsioni.

Il 42enne, sempre pregiudicato, è stato arrestato per aver aggredito il capotreno del convoglio su cui viaggiava. Una volta ripartito dalla stazione dove sarebbe dovuto scendere ha tirato il freno d'emergenza, bloccando il treno e causando un inutile rischio.
Il capotreno, non volendo farlo scendere, è stato picchiato a calci e pugni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 9 al 13 dicembre

Torna su
NapoliToday è in caricamento