"Mettetevi a posto con gli amici di Casoria": arrestati per estorsione

Tre persone, ritenute attigue ai clan dell'area, sono state messe in manette nell'hinterland. Avrebbero chiesto il pizzo al titolare di un cantiere edile

Cantiere edile (immagine d'archivio)

Tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso: è l'accusa per tre persone tratte in arresto dai carabinieri di Casoria nell'ambito di un'indagine.

Si tratta di due 40enni di Casoria ed un 52enne di Arzano già noti alle forze dell'ordine e ritenuti legati ad un gruppo malavitoso che opera tra Casoria ed Afragola.

Secondo i risultati delle indagini, si erano presentati agli operai di una ditta edile (all'opera su una ristrutturazione fognaria in via Capri di Casoria) chiedendo il pizzo. "Mettetevi a posto con gli amici di Casoria – avrebbero detto loro – altrimenti non potete lavorare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sarebbero tornati per incontrare il titolare, ma i militari li hanno bloccati e arrestati al loro ribadire la richiesta estorsiva. Sono ora in carcere a Secondigliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

Torna su
NapoliToday è in caricamento