rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca Giugliano in campania

Agente pestato insieme ai familiari sulla Domiziana, arrestati tre aggressori

Svolta nelle indagini sul brutale episodio avvenuto lungo la Ss7Quater domenica 7 aprile. In manette ragazzi tra i 20 ed i 28 anni, tutti residenti tra Giugliano e Villaricca

Tre persone sono state arrestate per il brutale pestaggio di un agente di polizia municipale avvenuto domenica 7 aprile lungo la Domiziana, la Strada statale 7 Quater. L'episodio, particolarmente violento, aveva fatto scalpore perché immortalato in un video poi diffuso sul web.

Le indagini, portate avanti dalla Procura di Napoli Nord, hanno permesso di identificare (anche grazie al filmato diventato virale) tre dei presunti autori - in tutto cinque - del pestaggio. Si tratta di ragazzi di età compresa tra i 20 ed i 28 anni, tutti (pare) residenti tra Giugliano e Villaricca.

La dinamica dei fatti

È stata ricostruita dagli inquirenti l'esatta dinamica di quanto accaduto, in un primo momento non troppo chiara. Gli aggressori avevano iniziato a guidare le loro auto in modo pericoloso. L'agente poi aggredito, non in servizio, che era in auto con la propria famiglia, aveva cercato di ricondurli ad una guida sicura, un avvertimento che però ha portato alla fine i ragazzi a dare in escandescenze.

Gli aggressori prima hanno inseguito l'auto del poliziotto, poi l'hanno costretto a fermarsi tagliandogli la strada. A quel punto, costretto ad uscire dal veicolo, lo hanno selvaggiamente picchiato non risparmiando neanche la moglie ed i figli minorenni, che pure hanno riportato lesioni.

Il commento

Poco dopo i fatti il deputato Francesco Emilio Borrelli si era espresso così in una nota diffusa sui social: "Ci stiamo informando sull’episodio anche per capire le condizioni dell’agente, a cui va la nostra solidarietà, e se gli aggressori siano già stati individuati. In ogni caso dovranno essere denunciati. Siamo circondati da trogloditi che sono totalmente incapaci di far prevalere le loro ragioni se non con la violenza, anche quando di ragione non ne hanno affatto. Oramai basta una piccolissima scintilla per far scoprire la violenza". "Solo la certezza delle condanne e una giustizia più severa può placare questa deriva violenta", è il pensiero di Borrelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agente pestato insieme ai familiari sulla Domiziana, arrestati tre aggressori

NapoliToday è in caricamento