Droga nelle arance per il marito detenuto, donna arrestata

Aveva portato a Poggioreale, per il congiunto, della frutta contenente stupefacenti

Arance "alla droga". È quanto la moglie aveva portato ad un detenuto del carcere di Poggioreale nella sala colloqui della struttura penitenziaria napoletana. Sono stati gli agenti della polizia penitenziaria ad accorgersi del fatto che contenessero stupefacenti.

Le arance – apparentemente integre – erano state abilmente riempite di 21 grammi cocaina e 16 di hashish. La donna è stata arrestata e condotta nel carcere di Pozzuoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si indaga per capire se la donna fosse riuscita già in passato a consegnare stupefacenti al detenuto, e se e come questi siano stati venduti in una sorta di "piazza di spaccio" interna al carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Uomo investito mentre attraversa sulle strisce pedonali: la scena ripresa dalle telecamere (VIDEO)

  • Coronavirus, torna l'obbligo di mascherina all'aperto a Castellammare

  • Quindicenne investita, la verità nella scatola nera dell'auto. Il 21enne: “Sono distrutto”

  • La tragedia di Maya: travolta e uccisa a 15 anni su piazza Carlo III

  • Tony Colombo si esibisce a Torre del Greco: centinaia di persone si scatenano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento