menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Armi da guerra in casolare: 50enne viene arrestato

Recuperati tre fucili a canne mozze e due mitragliette. I fucili presumibilmente modificati nelle dimensioni delle canne per renderli facilmente occultabili durante il trasporto

Un casolare, apparentemente abbandonato, veniva utilizzato come deposito di armi e munizionamento della camorra. A scoprirlo, diversi finanzieri del comando provinciale a Napoli che hanno arrestato un 50enne incensurato.

L'accurata ispezione dei locali ha consentito il ritrovamento di armi da sparo e relativo munizionamento nascosti in un intercapedine, appositamente realizzata nella soffitta, accessibile esclusivamente da una finestra esterna semi murata e raggiungibile solo con l'ausilio di una scala.

Sono stati recuperati tre fucili a canne mozze e due mitragliette. I fucili erano stati presumibilmente modificati nelle dimensioni delle canne per renderli facilmente occultabili durante il trasporto ed erano armati con cartucce 'a pallettoni' mentre le mitragliette, una 'micro Uzi' ed una 'Scorpion' da guerra erano dotate di caricatori con munizionamento in grado di perforare i giubbotti antiproiettile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento