Armi e droga alla “cisternina”: due uomini in manette

Tutto era nascosto in un carrello elettrico ricavato all'interno di una centralina finta in un garage

Armi e droga nascoste all'interno di un carrello telecomandato nascosto dietro una finta centralina. È questo il nascondiglio che hanno scoperto i carabinieri di Castello di Cisterna che hanno arrestato due uomini per detenzione di armi e stupefacenti. La scoperta è stata fatta all'interno del rione popolare “la cisternina” dopo aver fermato uno dei due arrestati e avergli trovato addosso quattro dosi di crack e 436 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nascondiglio 

Così hanno deciso di fare una perquisizione all'interno del suo garage scoprendo che attraverso un congegno elettronico riusciva a nascondere due pistole con colpo in canna (una Colt mk4 con matricola abrasa e una pistola giocattolo modificata), 200 grammi di cocaina, 523 di crack, 60 di marijuana e 60 di hashish. La chiave del congegno era nella disponibilità del secondo uomo arrestato. Entrambi sono stati portati in carcere a Poggioreale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento