Armi e droga alla “cisternina”: due uomini in manette

Tutto era nascosto in un carrello elettrico ricavato all'interno di una centralina finta in un garage

Armi e droga nascoste all'interno di un carrello telecomandato nascosto dietro una finta centralina. È questo il nascondiglio che hanno scoperto i carabinieri di Castello di Cisterna che hanno arrestato due uomini per detenzione di armi e stupefacenti. La scoperta è stata fatta all'interno del rione popolare “la cisternina” dopo aver fermato uno dei due arrestati e avergli trovato addosso quattro dosi di crack e 436 euro.

Il nascondiglio 

Così hanno deciso di fare una perquisizione all'interno del suo garage scoprendo che attraverso un congegno elettronico riusciva a nascondere due pistole con colpo in canna (una Colt mk4 con matricola abrasa e una pistola giocattolo modificata), 200 grammi di cocaina, 523 di crack, 60 di marijuana e 60 di hashish. La chiave del congegno era nella disponibilità del secondo uomo arrestato. Entrambi sono stati portati in carcere a Poggioreale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento