rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

Kalashnikov, bombe a mano e mitragliatrici in una villa: denunciata una donna

La donna si è presentata spontaneamente presso la Questura di Via Medina di Napoli accompagnata dall’avvocato Luigi Poziello del Foro di Napoli Nord

È stata denunciata a piede libero una donna di Giugliano in Campania, per il sequestro ingente di armi effettuato la scorsa settimana in una villa a Lago Patria. La donna si è presentata spontaneamente presso la Questura di Via Medina di Napoli accompagnata dall’avvocato Luigi Poziello del Foro di Napoli Nord, ed è stata denunciata a piede libero, in attesa delle indagini che sono coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia Partenopea. 

Controlli

Personale della Polizia di Stato e militari della Guardia di Finanza hanno dato esecuzione a un decreto di perquisizione e sequestro emesso da questa Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, finalizzato al rinvenimento di armi riconducibili al sodalizio criminale capeggiato da Raffaele Imperiale.

Nel corso delle perquisizioni, eseguite presso un’abitazione sita nel comune di Giugliano in Campania, il Nucleo di polizia economico-finanziaria e la Squadra Mobile di Napoli hanno individuato un vano nascosto al di sotto della pavimentazione del garage appositamente predisposto per la custodia delle armi.

Avuto accesso al citato vano, anche con l’ausilio di personale dei Vigli del Fuoco, al suo interno è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro quanto segue:

-          38 armi a canna corta;

-          15 armi a canna lunga;

-          30 caricatori;

-          1 bomba a mano;

-          2 silenziatori;

-          5.067 munizioni di vario calibro.

Tra le armi lunghe presenti nel covo, ne sono state sequestrate alcune dalla particolare capacità offensiva, come tre fucili mitragliatori kalashnikov, tre carabine di precisione munite di sistema ottico di puntamento, una carabina di precisione munita di apposito bipede di sostegno e un fucile a pompa.

All’interno dello stesso nascondiglio, sono stati rinvenuti e sequestrati, altresì, cinque giubbotti anti-proiettile, quattro paline segnaletiche e quattro pettorine riportanti i loghi delle Forze dell’Ordine.

Sono in corso, a cura di personale specializzato, ulteriori approfondimenti ed analisi di tipo balistico sulle armi sequestrate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kalashnikov, bombe a mano e mitragliatrici in una villa: denunciata una donna

NapoliToday è in caricamento