rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca

"L'area metropolitana di Napoli prima in Europa per armi da sparo tra i minorenni": l'allarme

A lanciare l'allarme è la professoressa Maria Luisa Iavarone, ordinaria di psicopedagogia dei mutamenti sociali e della devianza presso l'università degli studi di Napoli "Parthenope"

“Napoli è la prima area metropolitana in Europa per uso di armi da sparo da parte dei minorenni. Bisogna pensare alla prevenzione, ma che sia una prevenzione integrata, che debba cominciare sin dai primi 1000 giorni di vita, quando i pediatri di base e del territorio devono avere il potere di segnalare agli assistenti sociali casi di incuria educativa e casi in cui l'azione educativa è inadeguata". A lanciare l'allarme, ai microfoni del Tgr Rai Campania, è la professoressa Maria Luisa Iavarone, ordinaria di psicopedagogia dei mutamenti sociali e della devianza presso l'università degli studi di Napoli "Parthenope". 

"Gli assistenti sociali devono avere addirittura la possibilità di poter instradare dei percorsi di segnalazione presso il tribunale dei maggiorenni, quindi ai genitori, sino ad arrivare a misure estreme quali possono essere la limitazione della responsabilità genitoriale. Gli assistenti sociali sono pochissimi, ma anche i pediatri di base ormai sono quasi tutti in pensione e sono dei massimalisti, curano troppi bambini", ha aggiunto la professoressa Iavarone. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'area metropolitana di Napoli prima in Europa per armi da sparo tra i minorenni": l'allarme

NapoliToday è in caricamento