menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Punta la pistola contro i passanti, fermato 24enne: era fuggito da un centro di accoglienza

Gory Esefo ha seminato il panico questa mattina al Centro Direzionale, aggredendo e sottraendo una pistola ad una guardia giurata, per poi puntarla contro i passanti terrorizzati

Si chiama Gory Esefo, il 24enne che ha seminato il panico questa mattina al Centro Direzionale, aggredendo e sottraendo prima una pistola ad una guardia giurata, per poi puntarla contro i passanti terrorizzati. Per fortuna l'arma si è inceppata ed è stata evitata una possibile strage.

LA FUGA - Il cittadino extracomunitario, incensurato, come riporta Il Mattino, era fuggito dal centro di prima accoglienza di Favara (Agrigento), dove era arrivato dal'Africa qualche settimana fa per giungere poi a Napoli.

FERITO - La guardia giurata ferita dall'aggressore ha riportato un trauma cranico ed è stata accompagnata al Loreto Mare. Anche sei uomini delle forze dell'ordine sono rimasti feriti nel tentativo poi andato a buon fine di catturare l'uomo.

TERRORE AL CENTRO DIREZIONALE: VIDEO DEGLI ATTIMI DRAMMATICI

TERRORISMO - Secondo le prime indagini della polizia, l'azione dell'uomo non dovrebbe avere alcuna matrice terroristica alla base.

TESTIMONIANZE - "Abbiamo visto quest'uomo di colore che si aggirava con una pistola in pugno e la puntava contro i passanti e abbiamo subito pensato che potesse essere un terrorista", racconta attonita una donna, che si trovava nell'Isola E. "Per fortuna non è riuscito a sparare, probabilmente l'arma non era carica o avrebbe fatto una strage", denuncia un esercente della zona. 

LA DENUNCIA - "Basta essere violentati a casa nostra, ci costituiremo parte civile per tentata strage a nome dei cittadini napoletani, chiedendo l’incriminazione per tentata strage", annuncia l’avvocato Pisani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, de Magistris sul contagio: "Zona rossa sempre più verosimile"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento