rotate-mobile
Cronaca Torre annunziata

Le mani dei Casalesi sull'Asl di Torre Annunziata

Arrestate cinque persone tra cui un dirigente dell'Asl Napoli 3. Facevano ottenere appalti senza gara agli imprenditori del clan

Avevano il permesso dei Casalesi per un appalto dell'Asl a Torre Annunziata. A scoprirlo è stata un'inchiesta della Guardia di finanza di Lucca coordinata dalla Dda di Firenze che ha portato all'arresto di cinque persone questa mattina. Coinvolti tre imprenditori edili, residenti tra Lucca e Caserta, un prestanome ed un dirigente dell'Asl Napoli 3 di Torre Annunziata.

Sotto l'egida della famiglia Zagaria, avevano ottenuto una 50ina di interventi ed appalti nell'Asl napoletana utilizzando la procedura di somma urgenza e potendo contare sul dirigente corrotto e su un imprenditore ritenuto “a disposizione” del clan dei Casalesi. Cottimi fiduciari assegnati impostando delle cifre di poco inferiori al tetto che avrebbe reso necessaria una gara d'appalto. La finanza ha anche effettuato cinquanta perquisizioni e sequestri di beni, per circa 6 milioni di euro, nei confronti di 30 aziende.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le mani dei Casalesi sull'Asl di Torre Annunziata

NapoliToday è in caricamento