Cronaca San Giovanni a Teduccio

La violenza sulle donne si combatte con un'app: nasce ForElle

Sviluppata alla Apple Developer Academy di San Giovanni a Teduccio, permette alle vittime, premendo un solo tasto, di inviare la propria posizione e l'audio ambientale in tempo reale ai propri contatti sullo smartphone

Premere un pulsante potrà salvare una vita. Uno dei gesti più semplici e consueti della nostra quotidianità potrà servire a fermare gli effetti di un cancro della società odierna. È rivoluzionaria nella sua semplicità l'invenzione di sei sviluppatori che hanno creato l'app ForElle. Sviluppata alla Apple Developer Academy di San Giovanni a Teduccio, ha come obiettivo quello di difendere le donne vittime di violenza. Premendo un tasto potranno azionare un segnale d'allarme che l'app invierà alle persone scelte all'interno della rubrica del proprio cellulare. Ma c'è di più: l'applicazione invierà la posizione della vittima in tempo reale e registrerà l'audio ambientale dal cellulare. Chiunque sarà scelto dalla persona che la utilizza, potrà essere avvisato in tempo reale in caso di violenza su un proprio familiare o un proprio amico e potrà intervenire. Potrà avvisare le forze dell'ordine e fornire loro strumenti fondamentali per intervenire.

Lo sviluppo dell'app

Un'innovazione fondamentale per provare a fermare quella che è una vera e propria strage silenziosa in questi anni. Protagonisti della creazione di ForElle sono Fabio Palladino, Mario Armini, Andrea Garau, Antonio Cangiano, Gabriele Fioretti e Giusi Di Paola che hanno realizzato l'applicazione seguiti dai mentor della Apple Developer Academy, nata dalla collaborazione tra l'Università Federico II e l'azienda di Cupertino. ForElle si è avvalsa delle testimonianze di numerose donne vittime di violenza che, grazie alla loro dolorosa esperienza, hanno fornito dei dettagli utili alla configurazione dell'applicazione. L'obiettivo è stato, sin dal primo momento, quello di renderla facilmente utilizzabile anche in situazioni di grave pericolo. Le tante interviste, sondaggi e racconti di queste vittime ha permesso di realizzare le funzionalità che sono capaci di salvare vite.

Tutto con un solo click

L'aspetto più importante dello sviluppo di ForElle è la capacità di far partire tutte le funzioni più importanti azionando un solo tasto. Premerlo significa garantirsi che l'app invierà contemporaneamente la posizione, registrerà l'audio in modo da dare subito a chi ascolta la percezione del pericolo, e inviare una serie di notifiche nel caso in cui il destinatario della richiesta di aiuto non la senta per tempo. Un click capace di salvare vite umane ed è stato questo lo sforzo su cui si sono concentrati gli sviluppatori. Dopo aver raccolto le testimonianze delle vittime, è risultato chiaro che in situazioni di pericolo la tempestività è tutto. Sapere inoltre dove si trova la vittima e seguirla attraverso il segnale Gps del cellulare può aiutare chi corre in suo soccorso. Il tutto premendo un solo tasto, perché chi è vittima di violenza non potrebbe riuscire a fare altro.

Le parole degli sviluppatori 

“Siamo stati ispirati da tante donne vittime di violenza che con la loro forza, resilienza hanno raccontato e condiviso, tramite interviste, sondaggi, la loro storia con grande coraggio – raccontano gli sviluppatori -. In questo modo, abbiamo tradotto e convertito tali preziose testimonianze in funzionalità molto utili per lo sviluppo. Crediamo fortemente nella realizzazione di una community che possa supportare le donne senza alcuna differenza di colore o provenienza. Quest’app è progettata e sviluppata per costruire un “luogo sicuro” dove le donne possono supportarsi. Crediamo, inoltre, in un mondo basato su alcuni valori fondamentali, come: diversità, inclusione, supporto ed uguaglianza di genere. Il nostro Pay Off: “If something is bigger than you, you can be bigger than all” concludono.

La Apple Developer Academy 

Lo sviluppo di ForElle rappresenta solo uno dei tanti traguardi raggiunti dalla Apple Developer Academy nata dalla collaborazione tra l'università Federico II e l'azienda di Cupertino. Una vera e propria rivoluzione digitale che ha investito la periferia orientale di Napoli grazie al lavoro e alla professionalità dei mentor scelti che hanno avuto sin dall'inizio l'obiettivo di creare un ecosistema vivace e innovativo basato proprio sulla creazione di applicazioni rivoluzionarie come ForElle. Lì dove c'era abbandono post-industriale adesso si salvano vite grazie a un'applicazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La violenza sulle donne si combatte con un'app: nasce ForElle

NapoliToday è in caricamento