rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca

Il 24 settembre non si torna a scuola nel napoletano: aperture rimandate di pochi giorni o di una settimana

Tutte le città e i paesi che hanno deciso di rimandare il ritorno in classe e i motivi

Si moltiplicano gli istituti scolastici che non apriranno i battenti il 24 settembre. Dopo Castellammare e sei comuni della penisola sorrentina, ecco che anche il sindaco di Torre Annunziata rinvia il suo della prima campanella post estiva e Covid al 28 settembre.

"L’utilizzo dei plessi quali sedi di seggi elettorali per le consultazioni referendarie e regionali del 20 e 21 settembre, impone, una volta concluse le operazioni di voto, un intervento accurato di igienizzazione e sanificazione degli edifici scolastici, al fine di garantire la ripresa dell’attività didattica in totale sicurezza per studenti, docenti e personale”, spiega in una nota il comune di Torre Annunziata. Oggi tra l'altro nella città vesuviana si sono verificati 8 nuovi casi di Covid.

Somma Vesuviana

C'è anche chi decide di riaprire il primo ottobre. E' il caso del comune di Somma Vesuviana. Ad annunciarlo il sindaco Di Sarno: “Noi vogliamo che gli studenti entrino in scuole che abbiano mascherine, banchi monoposto e spazi organizzati. Dunque le scuole si apriranno il 1 Ottobre. Si tratta di una decisione non dipendente dalla nostra volontà. Noi vogliamo che i nostri bambini e ragazzi possano andare a scuola in massima sicurezza, farli entrare in scuole dove ci sono mascherine, banchi monoposto e dove c’è la massima sicurezza sia per gli insegnanti che per i ragazzi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 24 settembre non si torna a scuola nel napoletano: aperture rimandate di pochi giorni o di una settimana

NapoliToday è in caricamento