Cardito, anziano aggredito e umiliato da gruppo di giovani per Carnevale

Un'altra aggressione si è consumata a Napoli ai danni di una donna

"Il video di un anziano inondato di spray da un gruppo di giovani ci lascia profondamente disgustati. Il video è stato realizzato in prossimità delle case popolari di Carditello, nel territorio di Cardito. La cosa più grave è che il bambino che spruzza è aizzato da un gruppo di giovani di età più avanzata. Uno dei componenti, tra l’altro, tenta di sferrare un calcio al malcapitato. Il filmato rappresenta la sintesi della deriva di violenza e maleducazione a cui abbiamo assistito durante i giorni di Carnevale". E' quanto affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli, che hanno denunciato il fatto.

"Purtroppo le festività diventano la valvola di sfogo degli istinti più bassi che vengono tramutati in gesti meschini e intollerabili. Scene del genere fanno male e invitano ad una profonda riflessione sugli insegnamenti che alcuni genitori danno ai figli. I giovani assumono atteggiamenti violenti e prevaricatori assorbendo i modelli che vengono proposti dagli adulti. Trasmetteremo il video agli uffici del Comune di Cardito, in modo da permettere loro di valutare l’eventuale necessità di un intervento dei servizi sociali nei confronti del bambino che appare nel video”.

Un’altra aggressione, inoltre, si è consumata in piazza Municipio, nel cuore di Napoli, sotto gli occhi del consigliere comunale del Sole che Ride Marco Gaudini: "Una donna - racconta Gaudini - è stata assalita da una baby gang. Le hanno lanciato uova e farina. Sono intervenuto per allontanare i giovani teppisti che, mentre andavano via, hanno iniziato a inveirmi contro. Purtroppo questi casi si ripetono in continuazione, specialmente in corrispondenza delle uscite delle stazioni della metropolitana. I viaggiatori sono spesso vittima degli attacchi delle baby gang che lanciano spray, uova e farina. Quando questi giovani soggetti vengono intercettati dalle forze dell’ordine sarebbe giusto infliggergli una punizione educativa. Potrebbero ad esempio essere impiegati nelle strutture per anziani così da imparare il significato della solidarietà”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Pino Grazioli positivo al Covid, Borrelli: "Forza Pino tieni duro"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento