rotate-mobile

Si nascondeva in un casolare, il video dell'arresto del boss latitante Antonio Polverino

"Zio Totonno" era nella lista dei 100 latitanti più importanti ricercati dalle forze dell'ordine

Antonio Polverino, capoclan dell'omonimo sodalizio criminale, si nascondeva in un casolare di Cassino. E' lì che i carabinieri lo hanno arrestato con un blitz. “Zio Totonno” era latitante da 6 annisfuggiva da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Napoli per associazione mafiosa. 

Su di lui pende una condanna a 24 anni di carcere per i reati di associazione di stampo mafioso, droga ed estorsione. Era nella lista dei 100 latitanti più importanti ricercati dalle forze dell'ordine.

Nonostante vivesse lontano da Marano di Napoli riusciva ugualmente a prendere le decisioni più importanti, che riguardavano il clan.

Video popolari

NapoliToday è in caricamento