rotate-mobile
Cronaca Caivano

Antonio Natale ritrovato senza vita: è suo il cadavere nelle campagne di Caivano

Oggi pomeriggio, dopo una segnalazione, i Carabinieri hanno trovato un cadavere nelle campagne del comune napoletano

Il cadavere ritrovato nelle campagne di Caivano è di Antonio Natale. L’area è presidiata dai Carabinieri e dalla Scientifica da diverse ore a partire da oggi pomeriggio, quando una segnalazione ha fatto partire i rilievi. Immediato l'intervento delle forze dell'ordine la cui presenza ha fatto subito pensare al peggio, fino alla conferma della Procura di Napoli Nord che quel corpo appartiene proprio al giovane Antonio.

ULTIMI AGGIORNAMENTI: SVOLTA NELLE INDAGINI

Il giovane, 22 anni, era scomparso dallo scorso 4 ottobre. La famiglia, dopo la denuncia di scomparsa, ha tenuto alta l'attenzione sulla vicenda, promuovendo diversi sit in e lanciando diversi appelli anche sui media. Antonio, dopo aver passato un periodo in Germania è tornato a Caivano - così come raccontato dalla madre - e avrebbe iniziato a frequentare cattive amicizie, dedite - a detta dei familiari - allo spaccio di droga nella zona.

Le indagini dei Carabinieri si sono svolte a tutto campo, fino ad oggi con l'arrivo della tragica conferma. Il corpo di Antonio è stato scoperto nelle campagne alle spalle del campo Rom di Caivano. La sue famiglia  avrebbe dovuto partecipare alla puntata di "Chi l'ha visto?", ma i Carabinieri avrebbero "bloccato" la partenza per il riconoscimento del corpo. Riconoscimento che, insieme alla Scientifica, sarebbe stato possibile grazie ad alcuni tatuaggi presenti sul cadavere.

WhatsApp Image 2021-10-18 at 21.00.20 (1)-5

L'appello della famiglia

Si chiude così, tragicamente, la vicenda di Antonio. Tra gli appelli disperati anche quello della madre che ha sostenuto: “La camorra me lo deve ridare, vivo o morto”.

Sugli ultimi momenti prima della scomparsa, invece, è risultata importante la testimonianza del fratello e della sorella del 22enne. “Antonio è uscito di casa insieme a un amico, Domenico. Disse che andava a Napoli a comprare dei vestiti. L’ultima volta che mia madre l’ha sentito era intorno alle 19 del 4 ottobre. Lui spiegò che si trovava sempre con Domenico ma il tono della voce, secondo mia madre, era preoccupante”, hanno detto a La Radiazza di Gianni Simioli.

Secondo la ricostruzione dei familiari, inoltre, sarebbero scomparse anche altre due persone: zio e cugino dell'amico tirato in ballo nel racconto. Antonio e Domenico (unico ascoltato dai Carabinieri), come racconta la sorella, sarebbero andati a Napoli per delle compere. Al ritorno, avrebbe confessato Domenico, Antonio sarebbe stato lasciato nella zona detta del "Bronx". Da allora, di lui più nessuna notizia fino ad oggi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonio Natale ritrovato senza vita: è suo il cadavere nelle campagne di Caivano

NapoliToday è in caricamento