Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Boscoreale

Giustizia per il pescivendolo ucciso, l'appello: "Chi sa parli"

A più di un mese dall'omicidio di Antonio Morione ancora non si conoscono gli autori del raid avvenuto nella notte tra il 23 e il 24 dicembre

“Chi sa parli. Collabori alle indagini, contribuisca a scrivere pagine di verità e di giustizia”, è l'appello lanciato dal Comitato di liberazione dalla camorra Torrese-Boschese-Stabiese Area Sud di Napoli e rivolto soprattutto ai residenti di Boscoreale e Torre Annunziata, per risalire al colpevoli dell'omicidio di Antonio Morione, il pescivendolo di Boscoreale ucciso durante una rapina alla sua pescheria nella notte che precedeva la Vigilia di Natale.

Fitta nebbia sull'identità dei colpevoli

A oltre un mese dall'omicidio di Antonio Morione, avvenuto davanti alla sua pescheria 'Il Delfino', non sono emerse infatti novità di rilievo nelle indagini e l'appello del Comitato è rivolto a tutti coloro che in qualche modo possano fornire informazioni utili sull'omicidio. "Siamo certi del lavoro delle forze dell'ordine e dei magistrati ma vogliamo sollecitare chi quel giorno ha visto, sentito oppure è venuto a conoscenza di notizie apparentemente insignificanti di rivolgersi agli inquirenti. Bisogna abbattere il muro dell'indifferenza, superare la paura e la reticenza e collaborare con lo Stato. Questo è il motivo che ci ha spinto ad affiggere un manifesto nel nome di Antonio Morione e di Maurizio Cerrato, vittime innocenti della camorra. È un invito a reagire, a non essere complici, a non girarsi dall'altra parte, ad essere comunità e contribuire al raggiungimento della verità e della giustizia”.

manifesto_Morione-2

La riapertura della pescheria

La pescheria "Il Delfino" di Antonio Morione è stata riaperta a metà gennaio dalla moglie Maria e dal figlio Tancredi con la stretta vicinanza della cittadinanza. Il comune di Boscoreale ha rimborsato le tasse alla famiglia di Antonio Morione. È stata la giunta della cittadina nel napoletano, guidata dal sindaco Antonio Diplomatico, a prendere questa decisione "facendo seguito alla proposta dell'Amministrazione approvata all'unanimità dal Consiglio comunale".

antonio-morione-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giustizia per il pescivendolo ucciso, l'appello: "Chi sa parli"
NapoliToday è in caricamento