rotate-mobile
Cronaca

Antonio Iovine: o'ninno, o' boss manager dei casalesi

Antonio Iovine, insieme al superlatitante Michele Zagaria, è considerato il boss dei Casalesi. Latitante da 14 anni, sconterà la pena dell'ergastolo decisa al maxiprocesso Spartacus

Antonio Iovine, soprannominato O'ninno, uno dei principali boss del clan dei Casalesi è stato arrestato. Iovine è nato a San Cipriano d'Aversa nel 1964 e con Michele Zagaria è considerato uno dei boss più pericolosi, infatti era inserito nell'elenco dei 30 latitanti più pericolosi.

Quarantasei anni e latitante da 14 Iovine deve scontare la pena dell'ergastolo comminata nei suoi confronti in sede di appello al maxiprocesso Spartacus, nel giugno del 2008. Componente con Zagaria della diarchia che dalla latitanza ha diretto gli affari criminali del clan, Iovine è considerato il 'boss manager', la mente affaristica del sodalizio impegnato tra le altre attività anche nel business della spazzatura. A lui viene attribuita la capacità del clan di espandere i propri interessi ben oltre i confini campani. E' Iovine, per gli inquirenti, a rappresentare per anni la camorra che fa affari e che ricicla i proventi delle attività illecite, droga e racket su tutte, nell'economia pulita e nel business del cemento fino a costruire l'impero dei casalesi, come testimoniato dai continui sequestri di beni disposti da parte della magistratura.

Proprio Iovine, con Zagaria e Francesco Schiavone, detto Sandokan, hanno farcito, con le loro vicende, le pagine di Gomorra, il romanzo che ha reso celebre Roberto Saviano che proprio in questi giorni conduce una trasmissione su Rai 3. Lo scrittore, nel settembre 2006, tornò nella cittadina casertana, insieme all'allora presidente della Camera Fausto Bertinotti e alle forze dell'ordine, nell'ambito di un'iniziativa di mobilitazione anticamorra e chiamò i padrini per nome. "Iovine, Schiavone, Zagaria, non valete nulla - disse - Loro poggiano la loro potenza sulla vostra paura, se ne devono andare da questa terra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonio Iovine: o'ninno, o' boss manager dei casalesi

NapoliToday è in caricamento