Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Uccide la moglie e si suicida, in casa anche i tre figli minorenni: i motivi della tragedia

Di Razza non aveva il porto d'armi. Sarebbe stato uno dei figli della coppia a chiamare i carabinieri

Sgomento a Pozzuoli per la tragedia che si è consumata in via Parini 10 intorno alle 17.30 di ieri. Antonio Di Razza, 50enne operaio di una ditta che produce cavi sottomarini, avrebbe ucciso, al culmine di una lite, la consorte Angela Gioiello, di anni 38, entrambi napoletani di nascita, per motivi legati alla gelosia.

 I carabinieri della compagnia di Monterusciello giunti sul posto hanno assistito alla macabra scena dei corpi ormai senza vita trovando l'arma del delitto, un revolver, ai bordi del letto dei coniugi. I corpi senza vita erano a terra, sempre in camera da letto.

Di Razza non aveva il porto d'armi, i militari dell’Arma proveranno fare chiarezza sulla provenienza della pistola.

I figli erano in casa

In casa al momento del delitto c'erano anche i figli di  Antonio Di Razza e Angela Gioiello, di 16, 13 e 8 anni. Non avrebbero assistito alla scena perché erano in un’altra stanza. Sarebbe stato proprio uno di loro a chiamare il 112 per segnalare il dramma familiare che si era appena consumato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide la moglie e si suicida, in casa anche i tre figli minorenni: i motivi della tragedia
NapoliToday è in caricamento