Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ecco cosa è costretto a vivere un autista Anm": il video

 

"Nel silenzio più totale delle Istituzioni", afferma Marco Sansone del Coordinamento Regionale USB, "tra seconde, terze e quarte file selvagge di automobili e camion, tra motorini che sfrecciano a destra ed a sinistra e fermate rese "invisibili" dall'inciviltà di buona parte dei cittadini, gli autisti degli autobus che percorrono il Corso Secondigliano a Napoli sono costretti a lavorare nelle peggiori condizioni di viabilità, in cui il codice della strada è solo una "leggenda metropolitana".

"Oltre due chilometri d'inferno urbano in cui gli autobus sono praticamente "costretti" ad invadere il senso opposto di marcia nonostante la doppia striscia continua. Impossibile che chi dovere non intervenga. Inaccettabile il rischio che devono assumersi gli autisti del trasporto pubblico locale. E se accadesse un incidente? E se ci scappasse il morto? Da professionisti della guida noi autisti siamo diventati pagliacci senza dignità al servizio di una città meravigliosa ma senza anima e senso civico. Dovremmo vergognamoci tutti", conclude Sansone. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento