rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

'Anime bianche': "Per tutti gli operai morti come mio padre"

L'artista Nando Misuraca ricorda in una canzone il padre morto sul lavoro

"C'ho messo 20 anni per raccontare questa storia, perchè non volevo il marchio di nessuna pietà, perchè mio Padre era un uomo dignitoso e serio, non un pagliaccio ed io non dovevo essere da meno, perché credevo nella giustizia ...Tutto ha seguito il suo corso. Ed oggi che sono grande e so badare a me ho capito che le persone che abbiamo amato e che ci sono state tolte non torneranno indietro, ma il rispetto per loro deve essere garantito e bisogna lottare per questo. Mai rinuncerò a fare luce,  per mio padre Bruno, per tutti gli operai morti senza dignità, per coprire inadempienze ed interessi più grandi di loro", scrive su Facebook l'artista Nando Misuraca, che ha raccontato in una canzone, "Anime bianche", la storia di suo padre Bruno, morto sul lavoro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Anime bianche': "Per tutti gli operai morti come mio padre"

NapoliToday è in caricamento