rotate-mobile
Cronaca Torre annunziata

Angela Celentano, caso riaperto: se ne occuperanno i carabinieri

Decisione della Procura di Torre Annunziata. Al vaglio i fascicoli e le testimonianze per ricostruire passo dopo passo una vicenda lunga sedici anni, ovvero da quando la piccola Angela scomparve dal Monte Faito

Il caso di Angela Celentano sarà nuovamente esaminato in ogni dettaglio dai carabinieri del comando provinciale di Napoli. E' stato questo il 'compito' che la Procura di Torre Annunziata ha affidato ai militari nel corso di un vertice. Si studieranno i fascicoli, le testimonianze, si ricostruirà passo dopo passo una vicenda lunga sedici anni: da quando la piccola Angela scomparve dal Monte Faito e di lei non si è saputo più nulla. Una sorta di 'cold case', dunque, che sarà 'riaperto' dai carabinieri su disposizione del procuratore di Torre Annunziata, Raffaele Marino.

Tutto questo dopo che, nel maggio 2010, è arrivata una mail ai Celentano dal Messico da parte di una ragazza, Celeste Ruiz, che ha detto di essere Angela. Una pista messicana che resta in piedi, che è al vaglio degli inquirenti e che potrebbe segnare una svolta in una vicenda tutta ancora da capire. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Angela Celentano, caso riaperto: se ne occuperanno i carabinieri

NapoliToday è in caricamento