menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Scavi di Pompei

Scavi di Pompei

Amianto negli Scavi di Pompei: soprintendente indagata

Gli uffici della Cinquantaquattro: "Ha costantemente effettuato attività di bonifica e di monitoraggio delle sedi di lavoro e dell'area archeologica". Ma cresce la paura tra i dipendenti. "Troppi decessi per cancro ai polmoni"

La Procura della Repubblica di Torre Annunziata, dovendo procedere ad accertamenti tecnici nell'ambito delle indagini legate all'ipotizzata presenza di amianto nell'area archeologica di Pompei, ha notificato come da prassi una informazione di garanzia al Soprintendente pro-tempore dottoressa Teresa Elena Cinquantaquattro. Lo rendono noto la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei.

Nel corso degli anni, sottolinea comunque la Soprintendenza, sono state constantemente effettuate attività di bonifica e di monitoraggio delle sedi di lavoro e dell'area archeologica al fine di garantire le adeguate condizioni di sicurezza per la salute dei lavoratori.

Intanto cresce la paura tra i dipendenti. Un grido di aiuto, spiega Susy Malafronte del Mattino, che i lavoratori lanciano ai ministri dei Beni Culturali Lorenzo Ornaghi e della Sanità Renato Balduzzi, minacciando di portare le scrivanie fuori dai container e di posizionarle tra le antiche vestigia, se i loro appelli continueranno a rimanere inascoltati. "I troppi decessi per cancro ai polmoni e l’avviso di garanzia, emesso dalla procura a carico della soprintendente, avvalorano i nostri timori sui pericoli ai quali è esposta la nostra salute. Non intendiamo più lavorare negli uffici-lager".

La Cisl, pur esprimendo solidarietà alla Cinquantaquattro per l’avviso di garanzia, denuncia casi di tumore tra il personale. "Tra i dipendenti degli scavi aumentano i casi di cancro – ha fatto sapere Antonio Pepe, segretario della Cisl - ma l’amministrazione continua a farli lavorare in prefabbricati vecchi e pericolosi. Anche se le dispersioni di amianto sono micro è statisticamente provato che il problema biologico, ed in particolare l’effetto oncogeno dell’amianto, è subordinato alla durata ed all’intensità dell’esposizione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Attualità

Anm, via alla nuova linea bus 602 sulla tratta Garibaldi-Dante

social

Lotto, estrazione di lunedì 3 maggio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento