Cronaca Chiaia / Via Francesco Caracciolo

America's Cup più vicina: "Nessun ritardo nell'allestimento dell'area tecnica e del villaggio"

Circa 500 persone a regime lavoreranno nella grande area tecnica che occupa una vasta porzione del lungomare, dall'incrocio con Piazza della Repubblica fino alla fine dell'area della rotonda Diaz. In via di ultimazione anche l'area riservata agli studi televisivi

America's Cup © U.S. Consulate General Naples

"Abbiamo ridotto i tempi di realizzazione dell'area tecnica e del villaggio ma il cronoprogramma è perfettamente rispettato". Lo ha detto Mario Hubler, amministratore unico di Acn, la società di scopo per l'organizzazione delle regate delle World Series di Coppa America. "Non c'é alcun ritardo nell'allestimento dell'area tecnica e del villaggio - ha spiegato Hubler - abbiamo semplicemente condensato i tempi di una settimana visto che c'erano dei disagi e per ridurre l'impatto sulla città". Hubler ha assicurato che per sabato sarà tutto pronto sul lungomare come anche l'area dedicata agli pettacoli in Piazza Plebiscito. In ritardo è invece una delle due navi su cui gli organizzatori della Coppa America hanno imnbarcato da San Farcisco tutto il necessario per le regate: "La prima nave è giunta puntale a Napoli - ha spiegato Andy Hidley, chief operating officer delle regate - mentre l'altra nave avrebbe dovuto essere qui sabato e invece arriverà a Napoli solo mercoledì, con cinque giorni di ritardo, dopo una sopsta a Gioia Tauro". Hidley ha specificato che nei container della nave in ritardo ci sono attrezzature dell'organizzazione e alcune barche di servizio mentre tutto il materiale dei catamarani che disputeranno le ragete è già regolarmente arrivato a Napoli.

ARRIVANO I CONTAINER - Sono 110 i container che entro giovedì saranno sul lungomare per costruire una vera e propria città della vela provvisoria, composta dall'area tecnica e dal villaggio delle regate delle World Series di Coppa America che si disputeranno dal 18 al 21 aprile. Circa 500 persone, a regime, lavoreranno nella grande area tecnica che occupa una vasta porzione del lungomare, dall'incrocio con Piazza della Repubblica fino alla fine dell'area della rotonda Diaz. Le nove basi dei team che si sfideranno nella acque del Golfo di Napoli per l'ultimo atto delle World Series sono già state allestite e gli addetti ai catamarani sono al lavoro per assemblare le barche e sistemare tutto il necessario per le regate: si tratta di grandi hangar di 25 metri di profondità. La prima area tecnica accanto a Piazza della Repubblica è quella di Luna Rossa, poi via via le altre, fino a quella di Oracle che chiude l'area tecnica dal lato opposto: le due principali sfidanti per il titolo della World Series, Luna Rossa e Oracle, appunto, sono quindi molto distanti l'una dall'altra. I catamarani AC45, ha spiegato il direttore di regata Ian Murray, gli stessi che si sfidarono lo sorso anno, saranno messi in acqua giovedì e, visto che le previsioni sono buone, dovrebbero restarvi per tutta la durata delle regate: la sera saranno ormeggiate nello specchio d'acqua accanto al molo di Mergellina e potranno quindi essere ammirati dagli appassionati del lungomare. E' in via di ultimazione anche l'area riservata agli studi televisivi, composta da venti container in cui, a regime, lavoreranno circa 100 persone.


LE IMMAGINI DI NAPOLI IN TUTTO IL MONDO - Le regate di Napoli sono le ultime prima dell'inizio della Louis Vuitton Cup, da qui parte la fida per San Francisco e chi vincerà qui avrà un vantaggio anche psicologico nei confronti degli avversari". Ian Murray, direttore di regata della Coppa America lancia così l'ultimo atto delle World Series di Americàs Cup che si svolgeranno nel golfo dal 18 al 21 aprile, collegandole poi alla Coppa America al via il 4 luglio a San Francisco. E proprio in California, ha spiegato l'amministratore unico di Acn Mario Hubler, "in questo momento stanno lanciando la Louis Vuitton Cup usando le immagini delle regate 2012 a Napoli, mostrando quindi le bellezze della città in tutto il mondo". Anche le immagini delle regate 2013 avranno vasta diffusione: "Nel contratto di quest'anno - ha spiegato Hubler - abbiamo inserito anche due spot su Napoli che saranno mostrati durante le regate della Louis Vuitton Cup". Un lancio d'immagine per la città compreso nel costo totale di 4,2 milioni di euro per le regate a Napoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

America's Cup più vicina: "Nessun ritardo nell'allestimento dell'area tecnica e del villaggio"

NapoliToday è in caricamento