Cronaca

Allerta terrorismo in Campania: shopping "blindato"

Massima attenzione anche alle chiese, soprattutto in coincidenza delle messe natalizie. A garantire i controlli, poliziotti, carabinieri e finanzieri in borghese

L’attentato ai mercatini di Natale di Berlino e l’uccisione del terrorista tunisino Anis Amri in un conflitto a fuoco a Sesto San Giovanni, nel Milanese, impone un rafforzamento dei controlli nei siti ritenuti più a rischio.

Chiara la direttiva diramata dal neo ministro dell’Interno, Marco Minniti: a tutti i prefetti e questori, spiega il Mattino, è stato chiesto di rafforzare i controlli nelle aree di maggiore afflusso di persone. Nessun segnale, in materia di terrorismo, va sottovalutato. Da qui l’appello ai caschi bianchi, e anche alle società di vigilanza privata, di prestare la massima attenzione e di segnalare tempestivamente alle centrali operative di polizia e carabinieri qualsiasi anomalia o presenze sospette.

Massima attenzione alle chiese, soprattutto in coincidenza delle messe natalizie. A garantire i controlli, anche poliziotti, carabinieri e finanzieri in borghese. L’allerta resta alta anche nei luoghi affollati dello shopping, attorno alle moschee e ai centri di preghiera islamici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allerta terrorismo in Campania: shopping "blindato"
NapoliToday è in caricamento