Cronaca

Allerta meteo, ecco il piano d'azione del Comune di Napoli

Vertice a Palazzo San Giacomo: alcuni sottopassi interdetti, altri saranno presidiati dalla Polizia locale. La Metropolitana linea 1 e linea 6 provvederà a garantire la sicurezza dei cantieri e dell'esercizio

Maltempo a Napoli © Tm NewsInfophoto

Si è svolto questa mattina, presso Palazzo San Giacomo, il vertice relativo all’allerta meteo per i giorni di lunedì 15 e martedì 16 ottobre che era stato convocato dal sindaco. Si è preso atto che la pulizia delle caditoie, così come deciso in una riunione di coordinamento del 31 agosto 2012 con tutte le municipalità, ha avuto luogo con grandi quantità, conferite nel sito di Coroglio, di non meno di 100 tonnellate in un mese. Si sono poi esaminate, per ogni municipalità, le emergenze presentatesi nei giorni scorsi, individuando così quegli interventi aggiuntivi da mettere in campo per attenuarne gli effetti.



SAN GIORGIO A CREMANO: SCUOLE CHIUSE DALLE 14 DI LUNEDI 15 OTTOBRE

Per quanto riguarda la viabilità: i sottopassi di via Claudio, di via Mastellone e di Cupa vicinale san Severino, saranno interdetti al transito a partire dalle ore 12 di domani lunedì 15 ottobre; i sottopassi di corso Malta, Centro direzionale e Chiaiano viale dei Ciliegi saranno presidiati dalla Polizia locale a partire dalle ore 12 di domani, per l’eventuale interdizione al traffico in caso di emergenza.


POZZUOLI, IL SINDACO: "VIGILANZA 24H"  

Per quanto riguarda le zone più esposte al rischio allagamenti, in quanto sottoposte alle reti fognarie, saranno installate stazioni mobili con idrovore in grado di intervenire al minimo bisogno, atteso che non può diversamente provvedersi. Per quanto riguarda queste aree, si tratta nello specifico di: Agnano, via Beccadelli incrocio ramo di accesso Tangenziale e via Scarfoglio; piazza Bagnoli; largo Sermoneta; piazza san Pasquale; via Acton; alveo san Nicandro a san Giovanni a Teduccio; traversa Garibaldi a san Giovanni a Teduccio; zona piazza Mercato; piazza Arabia. Alla IV e alla VI municipalità (san Lorenzo, Vicaria, Poggioreale, zona industriale e Barra, Ponticelli e san Giovanni a Teduccio) saranno assegnate in uso le due stazioni mobili per espurghi e disostruzioni; mentre la voragine esistente in via Lucrezio a Posillipo, nelle more dell’intervento di riempimento, sarà adeguatamente protetta per evitare l’ingresso di acqua. Il servizio di Protezione civile attiverà il monitoraggio di aree a potenziale rischio frana quali l’area dei Camaldoli, versante Chiaiano, l’area di Soccavo, la Pedamentina per pronto intervento con pale meccaniche per l’eliminazione di eventuali colate di fango. Il servizio di Protezione civile del Comune sarà sempre attivo con numeri di telefono 081 5846211, 081 5846261, 081 7956098 perennemente presidiati.

La Metropolitana di Napoli linea 1 e linea 6 con idrovore provvederà a garantire la sicurezza dei cantieri e dell’esercizio; mentre Ferrovie dello Stato è stata invitata alla urgente manutenzione delle proprie reti di sicurezza per evitare il ripetersi dell’inondazione della stazione Garibaldi. Lunedì alle 14 è stata riconvocata la riunione per un aggiornamento e per la verifica delle decisioni assunte, oltre che per programmare ulteriori riunioni di coordinamento.

APPROFONDIMENTI:
NAPOLI IN GINOCCHIO: "L'AMMINISTRAZIONE RIFLETTA"
LUNGOMARE ALLAGATO AL PRIMO TEMPORALE: LA DENUNCIA
FIUMI IN VIA STADERA: VIDEO
LA METROPOLITANA DI PIAZZA GARIBALDI SOMMERSA: VIDEO
POZZUOLI, DISAGI NELL'AREA FLEGREA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allerta meteo, ecco il piano d'azione del Comune di Napoli

NapoliToday è in caricamento