menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agguato in periferia a Napoli: in azione tre killer

Trovati bossoli e ogive di due armi diverse, una calibro 9x21 e una calibro 38. La vittima non è in pericolo di vita

Sette colpi calibro 9x21 e uno calibro 38. Con queste armi è stato realizzato il raid di cui è stato vittima oggi pomeriggio, Giuseppe F, ferito a San Pietro a Patierno a Napoli. L'uomo si trovava nei pressi dell'autolavaggio che gestisce quando è stato avvicinato da tre uomini a volto coperto, a bordo di una Fiat Panda. I killer hanno esploso almeno otto colpi di pistola di due calibri diversi 9x21 e 38. Quattro di questi proiettili hanno colpito la vittima ferendolo per tre volte alla gamba destra e all'orecchio.

L'uomo è stato immediatamente portato da un passante all'ospedale San Giovanni Bosco dove è stato operato per estrarre i proiettili. La prognosi è ancora riservata ma la vittima non sarebbe in pericolo di vita. Sul posto sono arrivati gli agenti del commissariato di Secondigliano insieme ai colleghi della Squadra mobile. I rilievi degli agenti hanno permesso di recuperare sette bossoli e due ogive 9x21 e un'ogiva calibro 38. L'analisi dei proiettili permetterà agli investigatori di provare a scoprire la provenienza delle armi utilizzate. Il raid è stato considerato di matrice camorristica ed è in questo ambito che si muovono gli investigatori per riuscire a risalire agli autori del raid.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento